"ATTENZIONE: il sito www.csai.aci.it non è più aggiornato dal 24 febbraio 2017.
Per le novità collegati al nuovo sito www.acisport.it"

 

News

31.10.2012
Ecorally con titolo mondiale Fiat

 


Roma - Si e' disputato lo scorso fine settimana a Belgrado il 1° Tesla Rally di Serbia, valido quale prova finale del Campionato mondiale FIA -Alternative Energie Cup, composto da dieci gare che hanno visto al via campioni rally come i Francesi Bernard Darniche (Lancia Stratos) e Jean-Claud  Andruet (Alfa Romeo Alfetta GTV turbo Autodelta), ex F1 come Bernard Comas (primo all'EcoRally di Monte-Carlo con la elettrica Tesla).
Presenti al via auto ufficiali elettriche di Mitsubishi e Nissan, Hibryd come la Toyota Prius, altre vetture GPL e Metano, in rappresentanza di undici Case (tra cui Alfa Romeo, Audi, Citroen, Fiat, Honda, Mitsubishi, Nissan, Renault, Toyota, Volksvagen, Zastava) condotte da piloti di nove Paesi.
In Serbia presenti il rallista spagnolo Antonio Zanini su Ferrari 308 gr 4; Fulvio Maria Ballabio su Spirit F1 e Indy car, sotto la direzione di Bruno Moretti e Mario Bonifacio. In palio il titolo mondiale che dopo anni di dominio straniero è andato a una vettura FIAT. In lotta le Abarth 500, 1400 cc a metano, del team Ecomotori.Net, con il campione mondiale in carica Massimo Liverani, Fulvio Ciervo, l'equipaggio toscano dell'Alfa Romeo Mito 1400 a GPL composto da Guido Guerrini ed Emanuele Calchetti (primi all'Ecorally di Grecia).
Vittoria finale per la Fiat 500 di Liverani-Ciervo, davanti a Guerini-Calchetti (primi nell'Iridato nella categoria GPL), davanti a Ballabio-Sorghi, che sperimentavano un sistema GPL arricchito da idrogeno.
Vittoria tra le conduttrici per Marya Mihailova/Zvezdelina Belnikolova, su Alfa Romeo 147 1600 a GPL. Entra nella storia l'Alfa Romeo GTV -GPL, ultimo modello prodotto ad Arese, che sarà venduta a un asta benefica, promossa tra i club ALFA nel mondo e altri appassionati della casa del Biscione. Il ricavato sarà devoluto da Help Them Onlus al reparto oncologico pediatrico dell'ospedale di Belgrado.

comunicato a cura della redazione privo di valore regolamentare


 Torna indietro